Stampa
PDF

Egitto

Scritto da Maris Davis Joseph.

Expo 2015 Africa

 
"Iside, il seme fluttuante: il viaggio incompiuto"

Per gli egiziani è il momento di condividere le proprie conoscenze sul cibo e sulle fonti di energia rinnovabile attraverso la presentazione di casi di successo. L’Egitto è un Paese protagonista nell’area del Mediterraneo meridionale, sia per il suo passato che per il potenziale che può esprimere nel futuro.

Una convinzione che nel Padiglione di Expo Milano 2015 si concretizza sotto forma di due elementi principali, una timeline e una serie di mappe. Il racconto è affidato alla figura narrante di Iside, simbolo universale di fertilità, che suggerisce due dimensioni concettuali: a livello globale è metafora di comunicazione e trasformazione, a livello locale è apportatrice di vita e di resurrezione.

La partecipazione dell’Egitto avviene all’interno del Cluster Bio-Mediterraneo, con uno spazio espositivo di 375 metri quadri che include anche una sala ristorante con chef egiziani.

L’Egitto è testimone millenario di eventi, grandi stagioni, personaggi storici, che sono narrati in riferimento alla loro dimensione mondiale, regionale o locale, nei loro legami con la storia dell’umanità e del cibo. “Geni e meme” è un percorso tematico che illustra, appunto, i “geni”, ovvero le caratteristiche originarie degli alimenti indigeni, e i “memi”, ovvero gli ingredienti e i cibi importati, che si fondono nella cultura egiziana. Oltre al racconto di ciò che è già accaduto, l’Egitto è conscio che si deve stabilire un nuovo modo di procedere e di rivitalizzare il potenziale inespresso: questo è il viaggio da compiere.

 

Egitto


Torna a


rssfeed
Email Drucken Twitter FacebookWebSzenario

Video in Primo Piano