Stampa
PDF

L'esercito nigeriano ammette che alcuni ufficiali corrotti hanno venduto armi a Boko Haram

L'esercito nigeriano ammette che alcuni ufficiali corrotti hanno venduto armi a Boko Haram
In sedici a processo, tra ufficiali e soldati. Il presidente Buhari: “La corruzione devasta il Paese”. Furto e vendita di munizioni ai terroristi di Boko Haram. Sono queste alcune delle accuse mosse a 16 membri dell’esercito nigeriano, tra ufficiali e soldati. I responsabili saranno processati da un tribunale militare.

I reati sono stati ammessi proprio dai vertici delle forze armate, in occasione di una conferenza stampa che ha ulteriormente evidenziato quanto la corruzione sia radicata nel Paese, nonostante il governo dichiari enormi sforzi per porvi rimedio. Per il presidente Muhammadu Buhari è il principale fattore di devastazione della Nigeria.

Il comandante dell'esercito della Nigeria, Lucky Iraborms, ha sottolineato come la vicenda costituisca un tradimento nei confronti del popolo nigeriano. Nei sette anni di guerra contro Boko Haram sono state uccise almeno 25 mila persone, distrutto villaggi, luoghi di culto e migliaia di scuole, e provocato almeno 2,7 milioni di profughi.

L'esercito nigeriano ammette che alcuni ufficiali corrotti hanno venduto armi a Boko Haram
Intanto ieri Boko Haram ha assaltato un villaggio in Niger. Sono arrivati in sella a cammelli in un villaggio del sud-est del Niger, hanno ucciso 5 persone e bruciato decine di case. Una milizia regolare avrebbe poi respinto l'attacco avvenuto nel comune di Toumour, nella regione di Diffa, poco al di qua del confine con la Nigeria. Nella regione sono presenti oltre trecentomila profughi nigeriani fuggiti dai loro villaggi in Nigeria proprio per assalti simili dei miliziani islamici.

Nell'assalto di ieri Boko Haram, un gruppo di una trentina di miliziani, ha bruciato case causando decine di feriti oltre alle 5 persone rimaste uccise. La regione di Diffa è stata presa di mira più volte in passato, ma di solito gli assalitori arrivano a piedi o a bordo di veicoli e jeep. Questo è il primo attacco da tre mesi a questa parte dei terroristi islamici della Nigeria legati all'Isis.

NON è solo "corruzione", l'esercito nigeriano è composto anche da tanti militari mussulmani e, come si sa e si è sempre saputo, alcuni di loro fiancheggiano Boko Haram. Boko Haram è infiltrato anche nell'esercito nigeriano.
(Maris)

Condividi su Facebook

Video in Primo Piano