Stampa
PDF

Uganda, un esempio di accoglienza anche per certi paesi europei

Nel 2016 la piccola Uganda ha accolto giornalmente più rifugiati di quanti sono stati ricevuti da alcuni paesi europei in un anno. Uganda esempio di accoglienza, da cui molti paesi europei dovrebbero prendere esempio.

Uganda, un esempio di accoglienza anche per certi paesi europei
Uganda, rifugiati sud-sudanesi
Lo ha dichiarato ieri il segretario generale dell’organizzazione norvegese Refugee Council (NRC), Jan Egeland. "L'Europa dovrebbe imparare dal modo in cui l’Uganda ed altri paesi africani stanno mantenendo aperti i confini, come prescrive la Convenzione sui Rifugiati, invece di barricarsi con filo spinato e muri"

Non solo, l’Uganda dà ai rifugiati il diritto al lavoro, libertà di movimento, accesso agli stessi servizi dei cittadini e un piccolo pezzo di terra da coltivare.

Secondo l’Agenzia Onu per i rifugiati (Unhcr), il numero di persone fuggite dalla guerra civile in Sud Sudan nel vicino Uganda lo scorso anno sono stati circa 500.000, un numero molto superiore ai 362.000 immigrati che hanno attraversato il Mediterraneo verso l'Europa nello stesso periodo.

Nel mondo i paesi a basso e medio reddito ospitano il 90% degli sfollati di tutto il mondo, la maggior parte dei quali vogliono stare vicino a casa nella speranza di poter un giorno rientrare. Mentre il ricco occidente ospita solo il restante 10% di tutti i rifugiati.
(Voice of Africa)

Condividi su Facebook

Video in Primo Piano